Brallo di Pregola - Accademici del salame

Vai ai contenuti

Menu principale:

Brallo di Pregola

Il nostro salame > La D.O.P. > Zone di produzione

www.comune.brallodipregola.pv.it

Centro di villeggiatura dell'Appennino Pavese steso tra i versanti della Staffora e della Trebbia, si narra che da questo luogo transitarono le truppe di Annibale, alla volta dell'Italia centrale, dopo la battaglia del Trebbia (218 a.c.). La leggenda narra che il condottiero, raggiunto il Monte Lesima, allo scopo di verificare l'itinerario da percorrere, sarebbe caduto da cavallo ferendosi una mano. Da tale avvenimento (lesit manu) trasse così l'origine del nome Lesima.
Si sa tuttavia che Pregola, parte del feudo di Varzi, aveva un castello del quale sono scomparse le vestigia e fu questa, nel secolo X, la prima notizia dell'affacciarsi nella valle Staffora della famiglia Malaspina proveniente dalla Lunigiana.
Da vedere:
Nei dintorni a Pregola vi sono il Castello e la Chiesa dei Santi Agata e Rocco. A Somegli la chiesa dalle forme architettoniche romanico lombarde del XIII secolo e molto caratteristiche sono le casette in pietra di Colleri e Corbesassi. Suggestive le passeggiate alla Cima Colletta (m. 1493) e al Monte Lesima (m.1724). Diverse poi sono le diramazioni per il monte Chiappo (m.1699), il monte Ebro (m.1701), il Boglelio (m.1490), il Carmo (m.1547), il Giarolo (m.1473), il Penna (m.1735), il Bue (m.1780) e infine il monte Maggiorasca (m.1810).











 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu